domenica 3 aprile 2016

"Infinito +1" di Amy Harmon - Recensione



Titolo: Infinito +1
Autrice: Amy Harmon
Genere: New Adult
Editore: Newton Compton Editori


Giudizio:❤❤❤❤❤+
Passione:❤❤❤+








"Finn? Io sono gemella. Tu sei gemello. Ma i nostri gemelli se ne sono andati. Quindi che cosa siamo? Siamo due metà".
 
Perchè dopo aver letto anche questo libro, Amy Harmon si conferma una delle scrittrici che amo di più. Ogni parola, ogni sillaba, ogni virgola di questo libro mi ha fatto battere il cuore e il mio cuore non poteva desiderare di meglio.
  

Trama

Bonnie Rae Shelby è una superstar. È ricca, bellissima e famosa. E soprattutto desidera morire.
Finn Clyde è un signor nessuno. Nonostante sia brillante e cinico si trova completamente a pezzi. E tutto ciò che vuole è la possibilità di vivere ancora. Finn ha un passato con cui confrontarsi, Bonnie un futuro che non vuole affrontare. La decisione è drastica: buttarsi a testa in giù o afferrare la sua mano e rischiare tutto. Così, mentre il ticchettio di un orologio scandisce il tempo della scelta, inizia la loro avventura, un viaggio che cambierà per sempre le loro vite.
Infinito + 1 è un romanzo che parla di persone famose ma costrette in gabbie dorate, che un giorno hanno la fortuna di trovare un amico dietro un volto sconosciuto, e di scoprire l’amore nel più strano dei luoghi.

Recensione

Io quando sono giunta alla fine di questo libro, avevo le lacrime agli occhi. Tante, troppe, INFINITE emozioni mi hanno travolta e portata in luogo lontano, in un luogo dove vorrei essere sempre.

Vorrei iniziare dicendo una cosa: "Amy, so che non leggerai mai questa mia preghiera, ma ti supplico e se vuoi mi metto anche in ginocchio, non ci abbandonare perchè abbiamo bisogno di scrittrici come te. Hai un talento unico e invidiabile. Donaci presto un altro tuo capolavoro!"

Ora torno seria e vi parlo di questo racconto unico. Vorrei partire dalla storia a cui è ispirata l'avventura di Finn e Bonnie. Se chiedessimo ad un americano chi erano Bonny e Clyde all'inizio degli anni 30 risponderebbero in maniera secca: due criminali. Ma se facessimo questa stessa domanda a qualcuno con un animo romantico affermerebbe che erano due ragazzi che hanno sbagliato, ma il loro amore era reale e sono morti come volevano morire. Insieme, amandosi e lottando per cambiare la loro vita. Sono rimasta affascinata dalla loro storia, e devo ammettere che ho fatto più di una ricerca su di loro.
A distanza di quasi 85 anni dalla loro morte, la vita di Infinity Clyde prende una strana piega e una decisione impulsiva lo fa ritrovare nel posto giusto al momento giusto. Il destino, il fato, la casualità chiamatelo come più vi piace, gli fa attraversare lo stesso ponte su cui si trova Bonnie Rae Shelby, una ragazza che sta scappando. Scappa da se stessa, dalle mura della popolarità, dal dolore che si porta dentro e crede che ci sia un'unica soluzione. Morire.

Ma le braccia possenti di Finn la prendono giusto in tempo e lei ha un'altra possibilità. Decide di lasciare tutto li. Di scappare il più lontano possibile da sua nonna e dalla carriera che gli ha costruito. E Finn, suo malgrado si ritrova a viaggiare verso Las Vegas con questa strana ragazza con i capelli tagliati malissimo e una felpa sformata a nasconderla, senza sapere che sta portando con se una persona famosa che diventerà la spina nel fianco più bella di sempre.

Inizia così il loro viaggio straordinario alla ricerca di se stessi. Entrambi scappano da qualcosa, un dolore troppo grande li ha segnati in maniera indelebile. Tra formule di matematica, paradossi e concerti dal vivo, Finn inizia a capire che lui e questa ragazza un po' pazza hanno tante cose in comune.
 "Non è una buona idea fratello. Nessuno di noi sa di cosa abbiamo bisogno. Pensiamo di sapere quale sia il tipo giusto per noi, ma non ne abbiamo nessuna idea. Per questo voglio provarci con tutte le ragazze possibili. Capisci? Sto cercando di trovare quella giusta per me, visto che non so qual'è" Fish

Entrambi avevano la loro copia in carne ed ossa. Erano gemelli. Finn aveva Fischer e Bonnie aveva Minnie. Sono morti per motivi diversi eppure, io voglio credere che si siano incontrati e che abbiano vissuto un'avventura uguale a quella loro, perchè deve essere così. Anche loro meritano il lieto fine.

Piano piano, chilometro dopo chilometro iniziano a mettere da parte il loro scetticismo e malgrado Finn sia ancora restio a portarla con se, non può negare che più cose scopre di lei, più si sente attratto.

"Ricordi quando mi hai baciato Clyde? Ho provato sensazioni più forti in quell'unico bacio rabbioso che in quei tre o quattro tentativi di fare l'amore. E ho capito che non era una bugia, in fondo. E' stato il bacio più bello che abbia mai ricevuto" Bonnie

Un'attrazione che va oltre il lato fisico. Si sente in dovere di proteggere questa ragazza e inizia a desiderare di poterla salvare, ma di salvarla sul serio.


Il loro più che un viaggio è una rinascita. Sono un po' come delle fenici: toccano il fondo,diventano polvere e poi piano piano, tenendosi per mano si ricompongono fino a tornare bellissimi.

Questo viaggio per loro, sarà come una rinascita.

Anche questa volta Amy Harmon ha creato due personaggi esemplari. Complicati e bellissimi. Per comprendere la bellezza di questo libro, credo che non basti una sola lettura.

Ogni nuovo capitolo porta con se nuove rivelazioni, nuove possibilità ma anche tanti passi indietro. Quando finalmente sembra che niente sia in grado di dividerli, si rendono conto di essersi illusi. Per tutto il loro viaggio non hanno fatto altro che scappare, nascondersi dentro la loro bolla, nel mondo che si sono creati e quando questa scoppia dovranno affrontare la prova più ardua.

"Noi siamo Bonnie  e Clyde! Ricercati e non desiderati Ingabbiati e intrappolati. Siamo persi e siamo soli. Siamo un disastro inestricabile e infinito. Siamo uno sparo nel buio. Siamo due persone che non hanno un posto nel mondo" Bonnie
 
Riuscirà Bonnie a non farsi condizionare di nuovo da sua nonna? sarà in grado di dire basta e di riprendersi la sua vita?

Finn sarà abbastanza forte da tenersi Bonnie o la lascerà andare per paura di non essere all'altezza?

....dovrete leggerlo per scoprirlo ;)

A presto,
Angela


P.s: mi scuso per la recensione così lunga, ma avevo troppe cose da scrivere! E buona domenica!!

Nessun commento:

Posta un commento