martedì 15 dicembre 2015

"L'amore non è mai una cosa semplice"di Anna Premoli- Recensione


Titolo: L'amore non è mai una cosa semplice 
Autrice: Anna Premoli 
Editore: Newton Compton Editori 

Giudizio: 
Livello Passione: ❤+











La mia canzone, quella che sento più mia, è "L'amore è una cosa semplice" di Tiziano Ferro. E' una frase, un concetto in cui credo. In cui credo fermamente. 

Quando ho letto il titolo del libro ho pensato "No, ti prego. Non lo leggerò mai". Invece l'ho fatto e me ne sono innamorata, Non ho cambiato idea sulla semplicità però ;) 



Trama 

E se per ottenere un buon voto all’università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. È ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all’iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo – a detta di tutti un fuoriclasse dell’informatica – di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all’esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare… Ma quale? Una nuova commedia romantica dalla regina del romanzo femminile italiano.

Recensione 

Storie come queste sono delle perle rare per le romantiche senza speranza come me. E' uno di quei libri che ti fa emettere infiniti sospiri di beatitudine. Non c'è un momento nella storia in cui ti annoi o in cui vorresti essere da tutt'altra parte. 

Questo libro della Premoli è amore e dolcezza alla stato puro. E' la storia di una ragazza e un ragazzo che si conoscono, combattono e si innamorano. E' il lieto fine che tutti vorremmo avere. 


Seb afferra il mio polso prima che possa arrivare fino alla meta, rivelando riflessi notevoli. " Che ti salta in mente?", domanda allarmato. " Non ce la faccio più a vederti lottare con quei capelli. Mi snervi! Quindi o ti decapito oppure risolvo il problema." 
Due ragazzi che si incontrano per caso. Tant'è vero che molto spesso si ci chiede se in circostanze diverse si sarebbero mai trovati. A me va di credere di si, perchè in fondo sono convinta che se due persone sono destinate a stare insieme il modo per incontrarsi lo trovano. 

Due ragazzi che non hanno niente in comune. Lei sempre pronta a far felice gli altri e mettere in disparte se stessa. Lui sempre pronto a non lasciar avvicinare nessuno e a far vincere se stesso. 

Passioni diverse, caratteri opposti che pian piano iniziano a fondersi inseme per creare qualcosa di speciale, qualcosa di unico destinato a fondere insieme fino all'unione totale. 
Spesso la nostra immagine esteriore è la nostra armatura più potente, il nostro scudo contro gli altri.
Si scontrano, si insultano, si ignorano ma riescono a stabile un punto in comune, Seb deve riuscire a scendere a compromessi con questa strana e pazza ragazza pur di togliersela da torno, perchè ha capito che potrebbe essere molto pericoloso per lui lasciarla avvicinare troppo. Eppure, nonostante cerchino di programmare i loro incontri nei minimi dettagli commettono l'errore più bello, quello di lasciarsi andare. 

Pian piano iniziano a svelare dettagli all'altro, dettagli della loro vita. Dettagli che una volta usciti fuori non possono essere cancellati. Restano sospesi tra di loro a creare una fitta ragnatela dove inconsapevolmente finiranno tutti e due. 
Bacia con la foga di chi ha provato a non lasciarsi invischiare in questa storia, ma avendo perso, ha deciso ora di buttarsi in quello che sta facendo. Sempre così dedito alla causa... Lo ammetto: per un attimo sono arrivata a dubitare che non avesse idea di come ricambiare il bacio.
Cercano di rallentare, di aumentare la distanza, di non vedersi al di fuori del tempo necessario, ma c'è qualcosa che li fa finire sempre insieme e più entrano nel mondo dell'altro più desiderano di poter farne parte. Anche se non sanno come.
Non è carina, è solo la verità. E la verità non ha bisogno di aggettivi, ne positivi ne negativi.  
Appena ho finito di leggerlo, ho pensato "Quanto mi piacerebbe leggere la storia dal punto di vista di Sebastiano". Non mi succede con molte storie, ma con quelle più belle, dove i personaggi meritano davvero, la voglia di sentire, di percepire i pensieri anche dell'altro lato è fortissima. 

Per ora non ci sono libri in vista se non quello che racconterà la storia di Giada, una delle amiche li Lav. 

Ma come si dice, la speranza è l'ultima a morire e sognare non costa niente! 

Un bacio, 
Angela. 

Nessun commento:

Posta un commento