giovedì 17 marzo 2016

"Non riesco a dimenticarti" di Penelope Douglas - Recensione


Titolo: Non riesco a dimenticarti
Autrice: Penelope Douglas
Genere: New Adult
Editore: Newton Compton editori 


Giudizio:

Passione:❤ 

          1. Mai per amore 
          2. Da quando ci sei tu
          3. La mia meravigliosa rivincita 
          4. Non riesco a dimenticarti 


Jax e K.C si sono presi prepotentemente in affitto il mio cuore per tutta la durata del libro. Ho amato con loro, pianto con loro e soprattutto ho ricordato con loro Tate e Jared.. 

La Douglas ha creato una serie spettacolare, non posso negarlo. Ho amato tutti i personaggi, tutte le loro storie e mi dispiace davvero tanto doverli lasciare andare. 



Trama

K.C. Carter si è cacciata nei guai con la legge e adesso è costretta a trascorrere l’estate nel paesino in cui è nata, Shelburne Falls, per adempiere ai servizi utili alla comunità: così ha ordinato il tribunale. Ma non è l’unica difficoltà a cui deve far fronte al suo arrivo: al nome di Jaxon Trent risponde il peggior tipo di tentazione che si possa immaginare, ed è esattamente ciò da cui K.C. è riuscita a stare lontana fin dai tempi del liceo. Lui però non l’ha mai dimenticata, anche perché è l’unica ragazza a non essere mai uscita con lui e ad avergli detto sempre di no. Jaxon è un tipo pericoloso sul serio, ma tra lui e K.C. l’attrazione è talmente forte che resistere diventa quasi impossibile…

Recensione 

 Jax e K.C dopo i primi capitoli, avevano già il mio cuore in pugno. Vi prego di svelarmi il vostro segreto, se voi siete riusciti a non innamorarvi di loro. Credo che sia impossibile.

Ho iniziato questo libro, sapendo che la scrittura della Douglas mi piace e che "Mai per amore" non si dimentica facilmente e fatemi dire che anche questo amore resterà con me.

Ha creato due personaggi esemplari, con tanti di quei problemi da far paura. Eppure è riuscita a far emergere il loro lato più bello, quel lato che si completa quanto stanno insieme.

«A un certo punto»,Sydney continuò a seguire il flusso dei propri pensieri,«dirige la propria rabbia verso la madre, dicendole cose che non oserebbe rinfacciarle.Diventa più gentile nei confronti di Juliet, quando comprende che, dopotutto, non è tutta colpa sua».Allora si girò a guardare Jake e poi me.«Juliet non è il suo alter ego. Katherina lo è».Mi provocò una fitta al cuore.

K.C ha un passato tormentato. Si è sempre sentita il fantasma di se stessa. Non ha mai vissuto davvero, perchè i genitori hanno iniziato a fargli vivere la vita di sua sorella morta, fino a chiamarla anche con il suo nome. Crescendo ha perso completamente se stessa. ha dovuto mettere tutto da parte  e prendere i panni di un'altra. Panni che gli sono stati cuciti talmente stretti che solo parole dure e provocatrici come quelle di Jax potevano iniziare a rompere.

«Non mi piace che la gente mi tocchi i capelli, ok?», le spiegai, cerando di essere sincero.«Allora perché li tieni lunghi?», chiese.«Perché non mi piace che vengano toccati», ripetei. «Neppure dal parrucchiere. Posso scegliere di rasarli completamente oppure di farli crescere. E ho deciso di farli crescere».

Jax.. cosa dire.. il passato di Jared e il suo sono simili eppure diversi. Jared aveva la mamma che nonostante tutto, a modo suo lo amava, lui no. Lui si è sempre sentito sbagliato, solo e ha deciso di non voler essere più così. Non avrebbe permesso a nessuno di fargli del male. Ha creato la sua routin e l'ha sempre mantenuta fino a quando Juliet, e non K.C, gli è piombata addosso e ha semplicemente capito di volerla proteggere ora e sempre, anche da lontano, ma quando si trasferisce nella casa accanto tutto questo diventa molto più difficile.

Il loro amore è qualcosa di bello, è quel genere che ti fa ritrovare con gli occhi lucidi e il groppo in gola. Ci sono tanti momenti in cui li ho "odiati" per i comportamenti che avevano, e verso la fine del libro ho temuto davvero il peggio, ma ripensandoci a lettura conclusa, posso dire che hanno avuto il finale che si meritavano. Gli alti e i bassi sono stati giusti, hanno reso più vera la storia e poi ad emozionarmi tantissimo è stato il momento in cui Jax ha capito.. ha capito che merita di essere amato e che tante persone lo fanno e lo stavano facendo, era lui che non se ne rendeva conto. 

L'unico neo che posso trovare è questo: i dubbio che si è insinuato dentro di me tra il rapporto un po' in crisi tra Jared e Tate mi tormenta anche ora. Dopo tutto quello che hanno passato un semplice "si risolverà tutto" non mi basta. Non mi può bastare. Al posto quella frase avrei voluto leggere "e vissero felici e contenti per sempre" perchè quello, e solo quello è il finale che posso immaginare per loro! 

Un bacio, 
Angela 

















Nessun commento:

Posta un commento