sabato 4 marzo 2017

"Io credo in te (I belive in you)" di Federica Fasolini, recensione


Titolo: Io credo in te ( I belive in you)
Autrice: Federica Fasolini
Genere: Contemporary Romance 
Editore: Self Publishing 

Giudizio:❤❤
Passione:❤❤ 


Buongiorno e buon sabato readers! 

Inauguriamo le recensioni del mese di marzo con una storia self-Publishing. 

Tante volte quando non vediamo una casa editrice importante alle spalle siamo tentati di non leggere... eppure dietro quelle copertine, molte volte, si celano storie davvero interessanti e belle. 

Per scoprire qualcosa in più sulla storia di Federica Fasolini, non vi resta che continuare a leggere il post. 



Trama 

Bryan Carter, tatuatore di successo, si è da poco trasferito nella tranquilla cittadina di Florence, nel South Carolina, per stare accanto al fratello Shane e alla sua nuova famiglia.
Con un passato ingombrante e doloroso alle spalle, Bryan fatica a credere di avere diritto ad avere una seconda possibilità, ma tutto cambia quando per caso si scontra con due occhi azzurri color ghiaccio e una chioma bionda. Ammaliato dalla bellezza di quella ragazza, Bryan non si accorge però di averle rovesciato il caffè bollente sul suo bellissimo cappotto bianco. Quegli occhi che prima sembravano così innocui e dolci, ora sembravano volerlo fulminare. La ragazza, visibilmente irritata, se ne va senza nemmeno dirgli il suo nome.
Scarlett Meyer, dopo essere tornata in città dopo diversi anni di assenza, trova un lavoro come cameriera presso il Florence caffè, il noto bar della cittadina. Casualmente, quando s’imbatte di nuovo nel ragazzo dal bel sorriso vorrebbe scappare via, lontano da lui ma allo stesso tempo prova anche dell’attrazione per quell’affascinante ragazzo tatuato.
Tra di loro scoppiano scintille. Entrambi sono attratti l’uno dall’altro, ma si tratta solo di semplice attrazione o forse c’è dell’altro? Cosa succederà quando entrambi capiranno di essere l’uno l'ancora di salvezza dell’altro? Cosa farà Scarlett quando scoprirà cosa nasconde Bryan nel suo passato? Scapperà come hanno fatto tutte le altre oppure gli rimarrà accanto? Ma soprattutto, quando il passato tornerà a bussare alle loro porte, sapranno come affrontarlo?


Recensione 


"Nostra incolumità? Lo sai benissimo anche tu che prima o poi succederà. Siamo come due pezzi di legno,, se ci butti sopra un fiammifero prendono fuoco e si consumano a vicenda." "Dimenticavo che ego, il tuo fratello gemello, è sempre tra di noi" Disse lei e finalmente riuscì a staccarsi da lui. "Non succederà, né ora né mai e io e te non siamo pezzi di legno quindi stai tranquillo." 

Prima di iniziare a leggere il libro mi sono fermata due secondi e ho incrociato le dita. Ho sperato con tutta me stessa di non dover scrivere delle cose brutte sulla storia, perchè quando una persona ti affida un  suo romanzo, sai di non voler deludere le sue aspettative. 
Ma, per fortuna la delusione si è tenuta ben lontana da me! 

Per essere un'autrice self-publishing devo dire che lo stile di Federica Fasolini mi è piaciuto. E' normale che durante la lettura escono fuori alcuni errori di digitazione o magari qualche frase non perfetta, ma questo fa parte del gioco. 

Quella di Brayan e Scarlett è una storia semplice, senza troppe pretese ma che riesce a tenerti con il naso tra le pagine (in questo caso nell'ereder!). E' una di quelle storie che leggerei volentieri in un luogo affollato.. in un parco o, tra qualche mese, su una spiaggia sotto l'ombrellone. 

Si incontrano, anzi si scontrano e subito l'attrazione tra di loro è palpabile, ma avendo entrambi un passato difficile alle spalle, non sono pronti ad innamorarsi. 

Il primo a cambiare idea sarà Brayan che giorno dopo giorno, attenzione dopo attenzione inizierà a far sciogliere la corazza dietro cui Scarlett ha chiuso il suo cuore. 

Da metà libro in poi  devo ammettere che è stato un crescendo. I due protagonisti hanno saputo conquistare maggiormente la mia attenzione. E anche il mio cuore! 

I personaggi secondari sono tutti carinissimi e in un modo o nell'altro ti lasciano qualcosa. 

Una delle cose che avrei cambiato è la fluidità del racconto. In molti punti avrei preferito un dialogo o una descrizione più amichevole. Senza l'utilizzo di dialoghi  troppo da "adulti". 

L'intero racconto è in terza persona. In questo caso la critica è puramente soggettiva perché io e i libri scritti così abbiamo un rapporto di odio- amore in cui vince quasi sempre l'odio! 

Per concludere, volevo ringraziare ancora Federica per avermi dato l'opportunità di leggere il suo libro. 

Non credo che sia facile consegnarlo ad una persona e aspettare una recensione, perché fino alla fine non saprai se sarà positiva o meno. 

Per essere ai suoi primi esordi...è stata brava! Ha saputo creare una storia semplice e delicata che riesce a conquistarti pagina dopo pagina. Forse il finale è stato un po' troppo veloce per i miei gusti, ma l'epilogo è stato di una dolcezza incredibile. 

Se la trama e la recensione vi hanno incuriosito potete trovare "Io credo in te (I belive in you)" nei principali store online. 

Un bacio, 
Angela 



Nessun commento:

Posta un commento